Saturday, July 20 2019
appstore GooglePlay
windows store
bari chievoverona40 Florentine florentia50 juve milan40 Mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

The Alessandria falls in Turin against Juventus

star inactivestar inactivestar inactivestar inactivestar inactive


00001JuAle

JUVENTUS – ALESSANDRIA 1 - 0
E’ ripartito il Campionato di serie B dopo la sospensione dovuta agli impegni delle Nazionali e la quinta giornata di ritorno prevedeva che le ragazze di Mister Cantone giocassero sul sintetico Mirafiori contro la Juventus.
La partita ha inizio alle 17,00 e questo consente alle squadre di entrare in campo conoscendo i risultati delle partite giocate nell’orario canonico.



Al 2’ è Bianco che prova ad aprire le danze con una diagonale rasoterra, che sfila lateralmente.
Rapido cambio di fronte e al 3’ è Sottil che buca la difesa alessandrina, la sfera termina fuori dallo specchio della porta.
Al 9’ Mancuso servita da Sottil cerca il pallonetto, ma la traiettoria risulta troppo alta.
Al 10’ Devecchi s’impossessa della palla e la scaraventa di poco fuori.
Al 16’ Soragni si disimpegna dalle marcature e inquadra la porta, Milone interviene non trattenendo la palla, sul rimbalzo si avventa Capitan Amandola che tocca debolmente facilitando la presa al portiere torinese.
Al 18’ Trapani obbliga Asteggiano a intervenire in tuffo.
Nuovo scambio di fronte e al 20’ è Milone a doversi tuffare per bloccare l’iniziativa di Amandola.
Momento di preoccupazione al 31’, quando Asteggiano in tuffo è travolta da Gastaldo, il portierone alessandrino resta a terra dolorante per alcuni interminabili minuti durante i quali entrano in campo anche i soccorritori con la barella; fortunatamente l’estremo difensore si rialza e riesce a riprendere posizione fra i pali, salutata da uno sportivissimo applauso della curva della tifoseria organizzata e chiassosa della Juventus.
Al 36’ Gastaldo, dalla distanza, cerca la conclusione, ma Asteggiano raccoglie con semplicità la sfera.
Al 37’ Capello sfonda il centrocampo e arriva al cospetto di Asteggiano che salva la porta.
Al 39’ Milone, con un’uscita kamikaze, neutralizza una buona giocata di Soragni.
Al 41’ Soragni serve in profondità Capitan Amandola che trova il portiere bianconero pronto.
Al 42’ Zella cerca Amandola nell’area piccola e nella mischia Milone smanaccia lontano la palla.
Dopo due minuti di recupero il primo tempo termina a reti inviolate.
Al 1’ minuto della ripresa ottima occasione per le Grigionere: Zella dalla bandierina trova la testa di Soragni che spizzica la palla, ma Milone interviene in due tempi.
Al 4’ Asteggiano sventa l’attacco di Capello con un intervento in scivolata.
Al 5’ è Benatello che obbliga il portiere mandrogno al salvataggio in tuffo.
Al 9’ Basta interviene fallosamente su Capitan Amandola lanciata verso la porta, della conseguente punizione si incarica Zella, nella mischia dell’area piccola Milone allontana di pugni.
Al 14’ Zella impegna Milone che si tuffa non trattenendo il pallone e lasciando la porta sguarnita, l’accorrente Barbesino aggancia la palla ancora attiva, che termina di poco fuori.
Al 15’ Bianco offre un buon assist a Soragni che calcia di potenza, ma troppo alto.
Al 24’ Milone non si smentisce ed esce abbondantemente dalla sua area e con i piedi ruba palla a Soragni.
Al 25’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Capello, che termina nella confusione dell’area, Basta riesce a toccare di ginocchio e a buttar dentro il pallone, portando in vantaggio le padrone di casa.
Al 28’ Gastaldo trova la corsia libera e si dirige di gran carriera in porta, trovando Asteggiano vigile.
Al 36’ l’estremo difensore alessandrino travolge in area Capello, il Direttore di gara indica il dischetto. E’ la stessa Capello a incaricarsi del calcio di rigore, senza concretizzare.
Al 38’ Soragni scaraventa in tribuna il pallone.
Al 39’ Mancuso mette alla prova Asteggiano che interviene.
Al 47’ l’ultima occasione per l’Alessandria è affidata a Zella che calcia una punizione da buona posizione, che non porta però sviluppi.
Allo scadere del terzo minuto di recupero il risultato finale è di 1 a 0.
Mentre le Alessandrine deluse si allontanano dal campo e la tifoseria degli Ultras festeggia la Juventus, il Direttore di gara estrae il cartellino rosso in direzione di Devecchi a seguito delle proteste di quest’ultima.
“Partita giocata male non tanto tatticamente, quanto mentalmente. Le ragazze si sono approcciate nella maniera sbagliata a questa partita e il risultato lo dimostra. Sapevamo che la Juve è una squadra compatta che corre molto e per l’intera partita, sapevamo anche che Milone ama giocare molto fuori dai pali e anche con i piedi. Mi assumo la responsabilità di questa sconfitta, perché non sono riuscito a preparare in modo opportuno la squadra. La settimana che ci separa dal derby servirà a ricalibrare il gioco e le tattiche.” Queste le considerazioni a caldo di Mister Cantone.

Juventus Feminine: Milone, Cupoli, Chiavicatti, Mancuso, Basta, Capello, Benatello (21’ st Falcone), Trapani (1’ st Tomei), Gastaldo, Mondino, Sottil (40’ st Municchi). A disp.: Fasella, Rusolo, Longhin, Tordella. Allenatore: Pecchini

ACF Alessandria: Asteggiano, Anselmo, Soragni, Devecchi, Marinoni, Bianco (35’ st Schiavi), Capra, Zella, Zecchino (29’ st Bergaglia), Amandola, Barbesino. A disp.: Giribaldi, Garavelli, Violino, Marenco. Allenatore: Cantone

Direttore di gara: Caciotti di Albano Laziale
Assistenti: Galasso di Torino, Colacicco di Ivrea
Marcatori: Basta (J)
Ammoniti: Basta (J); Asteggiano (A); Anselmo (A)
Espulsi: Devecchi (A

Simona Borelli
Addetta stampa Acf Alessandria

Nella fotografia in alto: Irene Barbesino
Nella fotografia in basso: Benedetta Anselmo

00002JuAle

00003JuAle

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Category

Author

No Results Found

Search for Articles

keyword

Category

Author

Dates:

calciodonne252

Journalist registered with the Court of Florence, n. 6032 of 15 September 2016, with director Giancarlo Padovan owned by Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Do not miss any news or stories.

We do not spam!