Wednesday, July 17 2019
appstore GooglePlay
windows store
bari chievoverona40 Florentine florentia50 juve milan40 Mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Romagnano - Real Meda

star inactivestar inactivestar inactivestar inactivestar inactive


alt

ROMAGNANO - REAL MEDA 4-4

Allora non è vero che le imprese non sono possibili. Un Romagnano generoso, immenso e mai arrendevole costringe al pareggio il Real Meda, al termine di un 4-4 pazzesco, ricco di emozioni e che riconsegna alle cronache una squadra, quella sesiana, non ancora spacciata. Dopo una serie infinita di sconfitte consecutive, le ragazze di Fabio Morganti fermano una delle avversarie che non ti aspetti, la terza forza del campionato, ed irrompono a soli due punti dal Caprera penultimo e a quattro dall'Atletico Oristano che domenica prossima ospiterà proprio il Romagnano. Non è certo il momento di cantare vittoria od illudersi, ma quanto meno la prestazione ed il risultato di oggi non può che riportare serenità in un ambiente in cui forse serviva proprio quella magica parola: tranquillità. Senza timore, il Romagnano è sceso in campo deciso a compiere un'impresa impossibile e l'ha sfiorata, perché i tre punti sarebbero stati tutt'altro che immeritati. Impossibile fare tabelle ad un mese scarso dalla conclusione, i rimpianti sono tanti, ma guai a considerare già retrocesse in anticipo Marabelli e socie, oggi più che mai combattenti leali, rispettose e degne di questa categoria. Morganti fa scelte precise: la squadra è praticamente al completo, ad eccezione di Piana, ma questa volta il ruolo di prima punta spetta a Zignone. Il 4-2-3-1 è composto da Marabelli in porta, Buccella, De Nicolò, Giannetti e Soncin in difesa, Pella e Zaretti a centrocampo, Soragni, Bevilacqua e Graziotto alle spalle di Zignone. Il Romagnano parte con buona intensità e volontà. Al 5' Graziotto non arriva in tempo su un cross di Soragni, al 12' Soragni calcia fuori, al 18' Bevilacqua ci prova dal limite dell'area, ma la sfera termina alta di poco. Il Real Meda è squadra scafata ed esperta, ma per destarsi ha bisogno di ricevere lo schiaffo: così al 25' le locali passano con Graziotto che supera anche il portiere, prima di depositare in porta uno splendido passaggio filtrante di Pella. Passano 2' e le lombarde pareggiano: De Luca vince un rimpallo in area dopo essersi girata e fredda Marabelli con destrezza. Al 34' anche Pozzi cerca la via del gol, ma Marabelli non si fa sorprendere. L'1-1 sembra il risultato più ovvio, quando al secondo minuto di recupero Soragni si inventa la giocata della domenica: ruba palla a Chiggio e con un delizioso lob batte Stefanello. Nel secondo tempo il Romagnano controlla la situazione senza particolari affanni e al 61' coglie addirittura il 3-1: Graziotto finalizza uno splendido triangolo con Zignone e realizza la doppietta personale. Il Real Meda, punto nell'orgoglio, non ci sta e decide che è il momento di svegliarsi. Non è un caso che in neppure 20 minuti le ospiti vadano in gol per ben tre volte. Al 67' Moselli inzucca di precisione un cross di Bosisio, al 75' De Luca si incunea in area e fa partire una conclusione che, deviata leggermente da un difensore granata, spiazza imparabilmente Marabelli. All'85 ' la beffa si completa con la sassata da fuori area di Busi. Sembra l'ennesima ingiustizia stagionale, quando all'88' Soragni e Bevilacqua indossano i panni dello sceriffo che regola i fuorilegge: l'ex Castellettese punta l'area e viene stesa dalla neo entrata Roma. L'arbitro Berger di Pinerolo (che nel frattempo aveva spedito sotto la doccia la ospite Chiggio all'80' per qualche parolina di troppo nei suoi confronti, per lui direzione da 6,5) decreta il rigore che la serravallese trasforma per il 4-4 finale. Questo il commento laconico di mister Morganti a fine gara: "Oggi ho visto in campo un grande Romagnano, voglioso di riscattare lo sgarbo della gara di andata, quando ci hanno mancato di rispetto. Retrocederemo, ma ci stiamo facendo rispettare e lo faremo anche mercoledì a Zanica e domenica ad Oristano. Dopo le critiche, è giusto lodare le ragazze per il loro atteggiamento. Il risultato ci sta stretto, ma è significativo".

Romagnano: Marabelli, Buccella, Giannetti, Pella, De Nicolò, Soncin (85' Orgiu), Soragni, Zaretti, Zignone (75' Tuberga), Bevilacqua, Graziotto. A disposizione: Iato, Zampieron, Medina, Piana. All.: Morganti.



Real Meda: Stefanello, Maspes (83' Roma), Chiggio, Confalonieri, Seveso, Gramolelli (53' Ragone), Bosisio, Busi, Moselli (88' De Vivo), Pozzi, De Luca. A disposizione: Aprile, Scrugli, Mirandola, Maddaloni. All.: Zaninello.

Arbitro: Berger di Pinerolo.

Reti: 25' Graziotto, 27' De Luca, 47' pt Soragni, 61' Graziotto, 67' Moselli, 75' De Luca, 85' Busi, 88' Bevilacqua (rig.).

Note: ammonite Zaretti, Buccella e De Nicolò. Espulsa all'80' Chiggio per comportamento non regolamentare.

Marco Curti

In the photograph: Daniela Graziotto

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Category

Author

No Results Found

Search for Articles

keyword

Category

Author

Dates:

calciodonne252

Journalist registered with the Court of Florence, n. 6032 of 15 September 2016, with director Giancarlo Padovan owned by Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Do not miss any news or stories.

We do not spam!
G|translate Your license is inactive or expired, please subscribe again!