Friday, July 19 2019
appstore GooglePlay
windows store
bari chievoverona40 Florentine florentia50 juve milan40 Mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

F. Mozzecane - Romagnano

star inactivestar inactivestar inactivestar inactivestar inactive


alt

FORTITUDO MOZZECANE - ROMAGNANO 4-2

La classifica piange, ma se si chiedeva una prova d'orgoglio, il Romagnano ha sicuramente risposto presente. Nella tana della grande favorita del girone A di A2, le granata si sono arrese alla Fortitudo Mozzecane per 4-2, compiendo comunque un passo avanti rispetto alla prestazione di Cuneo. La sosta deve essere servita molto a Marabelli e socie che sul campo della corazzata veneta hanno cercato di limitare i danni contro un organico ampiamente di categoria superiore e costruito per vincere. In questo senso è doveroso rendere merito alla bontà del lavoro delle ragazze di Formisano che sono indiscutibilmente capoliste e protagoniste di questo campionato. In casa sesiana è invece doveroso guardare all'immediato futuro con ottimismo perchè la terza sconfitta consecutiva era pronosticabile, tuttavia la reazione psicologica c'è stata ed è il punto dal quale partire per i prossimi impegni.

Dopo aver sottolineato alcuni arbitraggi delle scorse partite, è giusto fare un appunto sulla terna vista all'opera in terra veronese: il signor Marco Monterenzi di Brescia e i suoi assistenti sono stati semplicemente impeccabili ed è corretto tributare loro i giusti meriti.



Per la partita con Mozzecane, Fabio Morganti deve fare a meno dell'attaccante Deborah Soragni, rimasta in Piemonte per un infortunio alla caviglia, ma comunque sulla via del recupero, mentre Alessia Bevilacqua, febbricitante, parte dalla panchina. L'allenatore granata rispolvera così Zignone davanti alla difesa in coppia con Zaretti, Medina funge da riferimento centrale in attacco, assistita da Tuberga, Piana e Graziotto. Il 4-2-3-1 è completato da Marabelli tra i pali, Buccella, De Nicolò, Giannetti e Soncin in difesa.

Come a Cuneo, l'inizio di gara è sfavorevole alle ospiti, ma questa volta più per meriti altrui che per demeriti propri. Il Mozzecane mostra fin da subito di avere intenzioni bellicose e su un cambio di gioco da destra a sinistra manda in gol Peretti già al 4'. Al 20' il raddoppio di Faccioli con un gran tiro da fuori area su scarico di Perobello, poi al 27' il tris della stessa Perobello, con un'azione fotocopia del primo gol: versante spostato con lancio di 40 metri da destra a sinistra e rete del 3-0. Sebbene il punteggio della prima frazione dia adito a critiche, il Romagnano non ha mai abbassato la guardia, facendo il possibile per fermare la furia delle avversarie.

Le veronesi si sono presentate però nella ripresa convinte di avere la partita in tasca ed a riaprirla ci ha pensato Elena Zignone che al 50' calciava una bordata su cui Bianchi non poteva fare altro che raccogliere la palla in rete, dopo un'azione ben imbastita sulla fascia destra da Elisa Tuberga. A ripristinare le distanze al 65' ci pensava nuovamente Perobello che con una punizione dai 35 metri coglieva impreparata Marabelli. Il 4-2 finale maturava all'88': Antea Piana pescava con un bel lancio Daniela Graziotto che infilando in velocità la diretta avversaria batteva Colcera, nel frattempo superata a Bianchi.

Questo il commento a fine gara di Fabio Morganti, il tecnico del Romagnano: "Temevo questa partita per le qualità delle nostre avversarie e torniamo a casa senza punti, ma con una prestazione incoraggiante. Mozzecane si è dimostrata una squadra che merita le credenziali dl'alta classifica, sono dotate di un'ottima struttura fisica complessiva e in campo si trovano alla grande, giustamente combatteranno fino alla fine per approdare in serie A. Dal canto nostro c'è stata ancora qualche imprecisione, ma non posso imputare nulla alle mie ragazze; quando si abitueranno ai ritmi di questo campionato, arriveranno anche i risultati, dobbiamo lavorare sodo e i primi punti giungeranno di conseguenza. Rimango tranquillo e fiducioso, Nelson Mandela disse che un vincitore non è nient'altro che un sognatore che non ha mai mollato e noi non abbiamo nessuna intenzione di alzare bandiera bianca".

Fortitudo Mozzecane: Bianchi (80' Colcera), Venturini, Cordioli, Barbirato, D'Alessandro, Nicolis, Peretti, Faccioli (75' Caneo), Perobello, Pecchini, Boni (85' Troiani). A disposizione: Pinaroli, Bindella, Paderno, Giubertoni. All.: Formisano.

Romagnano: Marabelli, Buccella, Giannetti, Piana, De Nicolò, Soncin, Tuberga (70' Mazzei), Zaretti (55' Pella), Medina (75' Bevilacqua), Zignone, Graziotto. A disposizione: Tedesco. All.: Morganti.

Arbitro: Monterenzi di Brescia.

Reti: 4' Peretti, 20' Faccioli, 27' Perobello, 50' Zignone, 65' Perobello, 88' Graziotto.

Note: campo in buone condizioni, giornata mite. Ammonita Nicolis.

Marco Curti

In the photograph: Elena Zignone

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Category

Author

No Results Found

Search for Articles

keyword

Category

Author

Dates:

calciodonne252

Journalist registered with the Court of Florence, n. 6032 of 15 September 2016, with director Giancarlo Padovan owned by Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Do not miss any news or stories.

We do not spam!
G|translate Your license is inactive or expired, please subscribe again!